Regione Lombardia

I Monumenti

Ultima modifica 17 gennaio 2019

Chiesa di S. Giuliana
È il capolavoro dell'Architetto Carlo Giuseppe Merlo. Il nucleo originario fu realizzato nel 1584 e dedicato a S. Giuliana Vergine Martire. Ulteriori ampliamenti sono stati realizzati nei secoli successivi. La chiesa viene affrescata nel 1895 dal pittore De Grada. La sua particolare pianta ellittica richiama precisi elementi dell'architettura germanica e sottolinea la capacità dell'autore di adattarsi a uno spazio irregolare. C'è tutto il suo carattere: cultura puntualmente aggiornata e pragmatismo proprio dell'architettura lombarda.

 

Palazzo Caglio
È la più importante costruzione civile di Caponago. Prende il nome dai conti Caglio. Il palazzo passò poi, per matrimonio, ai conti Volta. È un significativo esempio di “Villa di Delizia” seicentesca.

 

 

Villa Simonetta-Ardicini
Risale al '500. Nel 1584 vi soggiornò S. Carlo Borromeo. All'inizio dell'800 era una modesta abitazione rurale; diventò una villa in seguito a trasformazioni ed integrazioni avvenute nel corso di quel secolo.

 

Palazzo comunale
Fu proprietà della famiglia Simonetta. Fu costruito nel tardo '700 con quadri ed aperture di gustò rococò. Il palazzo è stato acquisito dal Comune nel 1962; fino al 1974 ha ospitato le scuole elementari.

 

Chiesina San Giorgio
Edificio di culto dell'800. Trae origine dalla chiesa di San Giorgio del 1325, poi soppressa.

 

 

Cappelletta di San Vigilio
Situata in località campestre, durante la pestilenza del 1576  fu convertita in lazzaretto per gli appestati. 

Ospedaletto di via 4 Novembre
È una costruzione di inizio ‘900, uno dei primi edifici costruiti, in via sperimentale, interamente in calcestruzzo.